Come un imprenditore italiano ha risollevato le sorti dell’azienda di famiglia

Podcast Puntata 18

 

Uno degli strumenti più potenti per catturare l’attenzione delle persone sono le storie.

Non le storie comuni e piatte. Una storia che appassiona chi l’ascolta, una storia che sa catturarti, una di quelle che vuoi sapere come va a finire.

Una come quella che sto per raccontarti oggi.

Gli ingredienti ci sono tutti:

– Un’azienda che è nata e cresciuta tanto tempo fa, quando l’Italia era tutta da fare e il mondo profondamente diverso.

– La crisi che arriva a scardinare un giro d’affari florido e più che soddisfacente (stiamo parlando di un’azienda che è arrivata ad avere a libro paga 100 dipendenti, giusto per darti un’idea…)

– Un imprenditore che non accetta la sconfitta e si impegna in un percorso di crescita per imparare come cambiare le cose.

– E poi c’è la ciliegina sulla torta: la formula magica, trovata letteralmente per caso, che trasforma un prodotto qualunque, una commodity, in un prodotto unico su cui fondare la rinascita dell’azienda.

E se te lo stessi chiedendo: no, non stai leggendo un manuale di copywriting. Questa è la storia vera di un imprenditore italiano che ha rivoluzionato la sua azienda per attrezzarla alla competizione nel mercato moderno.

Si chiama Ricky Rock, l’ospite della diciottesima puntata del podcast di SimpNess.

E’ un imprenditore marchigiano che ha ereditato l’impresa di famiglia.

Un’impresa che si occupa della vendita di materiali per l’industria edile, quindi parliamo di commodity pure, di sassi se la vogliamo banalizzare.

Sassi che negli anni 60 avevano un valore molto diverso da quello di oggi.

Come ho detto altre volte, in quel periodo esistevano opportunità di business che oggi non sono più contemplabili e quest’azienda è stata brava a sfruttarle fino a quando ha potuto. Ho detto prima che hanno avuto fino a 100 dipendenti sul libro paga, e a 100 dipendenti non dai da mangiare senza aver prima costruito un’azienda di enorme successo.

Oggi però – tra crisi, margini che si abbattono e cinesi che sono in grado di vendere a prezzi insostenibili – l’azienda viveva qualche difficoltà.

Ricky, che nel frattempo ha ereditato l’impresa, ha iniziato a sbattersi per uscirne e si è imbatutto in business caffeina. Da li ha iniziato a seguire gli insegnamenti miei e di Frank sul business, e ha capito che doveva trovare qualcosa che differenziasse l’azienda.

Così nasce RocKcolors.

L’idea che ha avuto Ricky è di colorare le pietre. Invece che i soliti sassi grigi (che son belli, per carità, ma come son grigi i suoi sono grigi anche quelli che vendono i suoi competitor) Ricky voleva trovare un modo di farli diventare di tanti colori.

Il problema è che non basta pitturarle. Le pietre che vende vanno a finire come ornamento dei giardini e quindi devono affrontare vento, pioggia, sole e tutti gli agenti atmosferici.

Quindi colorarle non era sufficiente, serviva rendere i colori indelebili. E nessuno sapeva farlo.

Anzi le industrie chimiche a cui si era rivolto non lo hanno mai preso sul serio “È impossibile”, dicevano.

“Ecco il solito ragazzo che se ne esce con l’idea del secolo”.

“Non si può fare”.

“Vai a lavorare e non metterti troppi grilli per la testa. Questa cosa non si può fare”.

Queste son le risposte che ha ricevuto Ricky fino a quando…

Fino a quando un chimico non ha decisio di credere in lui e mettersi a disposizione per superare la sfida di colorare la pietra.

A questo punto penserai che tutto sta per finire bene, i nostri eroi si sbattono e trovano un modo per raggiungere il loro obiettivo e tutti vissero felici e contenti. Non è andata proprio così.

Ci hanno lavorato, hanno sbatutto la testa per molto tempo, hanno provato tutto quello che esiste..ma nulla.

Non si riusciva a trovar nulla che potesse generare il risultato sperato.

Non c’era niente che potesse colorare le pietre come voleva Ricky. E stavano per gettare la spugna, quando..

Quando ad un certo punto, persa ogni speranza, per errore trovano una formula “magica” che risolve il problema.

Le pietre sono finalmente colorate come voleva Ricky, superano tutti i test e risultato indelebili e addirittura superano il test della benzina!

Che tu ci creda o no, questa è la storia di Ricky Rock e di RocKolors (lui giura che sia andata esattamente così 😀 ).

Ed è una storia a lieto fine, come quelle che leggiamo nei libri.

E se fosse un romanzo l’epilogo sarebbe che vissero tutti felici e contenti, e la storia proseguirebbe solo nella testa dei lettori nostalgici che non vogliono distaccarsi da quest’avventura.

Ma questo non è un libro, è la storia di un’azienda vera che viene scritta nel mondo reale.

E l’epilogo di questa storia è ancora lontano perchè c’è ancora molto che RocKolors può raccontare.

Trovato un modo unico per differenziare l’azienda, a questo punto serve costruire tutta la struttura che porterà queste “Rocce Colorate” nei giardini di tutto il mondo.

E per farlo bisogna lavorare su due livelli. Il primo è il livello del marketing, e visto che Ricky è studente di Frank ha a disposizione le migliori risorse esistenti.

Il secondo è il livello manageriale, del capire quali pezzi d’azienda tirare su, dell’organizzare le priorità, del lavorare a livello operativo sulle problematiche pratiche di un’azienda che deve prepararsi a crescere.

E questo è il livello di SimpNess che aiuta l’imprenditore ad inquadrare le cose nell’ordine corretto, a capire cosa serve realmente e qual è la via più diretta per raggiungerlo senza perdersi nel traffico delle mille opportunità diverse.

E su questo abbiamo lavorato durante la diciottesima puntata del podcast di SimpNess che puoi ascoltare subito!

Trovi il Podcast completo qui:

https://itunes.apple.com/it/podcast/simpness-podcast-che-velocizza/id1167167529?mt=2

Se vuoi far crescere la tua azienda allora DEVI ascoltare questo podcast e imparare ad applicare i processi SimpNess anche alla TUA impresa.
Ma quindi… come lo puoi ascoltare? ci sono diversi modi:

1) Se hai un iPhone.

Scarica l’applicazione per ascoltare i podcast che trovi qui:

https://itunes.apple.com/it/app/podcasts/id525463029?mt=8

Poi cerca “SimpNess” e iscriviti!

2) Se hai un Android.

3) Purtroppo non è disponibile su Windows Phone, ma puoi scaricarlo su un qualsiasi pc Windows:

Buon Ascolto!

Piernicola De Maria

Creatore di SimpNess

 

Vuoi imparare come semplificare la tua azienda e
incrementarne i risultati lavorando fino al 90% in meno?
Pertecipa al prossimo corso SimpNess!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ho letto e accetto la privacy policy

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.